Soci fondatori

Laureata in sociologia, nel 1984 è tra i fondatori di una società di doppiaggi e produzioni televisive e cinematografiche che gestisce fino al 2004.
Nel 2004 lascia i ruoli operativi della società per trasferirsi a Milano dove si occupa della casa editrice di famiglia.
Colpita da tumore ovarico nel 2006, nel 2010 fonda l'associazione Acto Onlus - Alleanza contro il Tumore Ovarico di cui sarà Presidente fino al 2014, anno della sua scomparsa.

Laureata in Medicina e Chirurgia all'Università di Milano nel 1980 e specializzata in Ostetricia e Ginecologia, è Direttore Unità Ginecologia Oncologica Medica dell' Istituto Europeo di Oncologia di Milano (IEO).
Ha svolto la sua attività di ricerca clinica dapprima presso il Servizio di Oncologia Ginecologica della Clinica Mangiagalli e successivamente presso l'Ospedale San Gerardo di Monza, associando una intensa collaborazione con i laboratori di Immunologia e di Farmacologia Antitumorale dell'Istituto Mario Negri in studi rispettivamente di immunologia e farmacocinetica dei farmaci utilizzati in clinica.
Dopo un periodo di formazione e ricerca clinica presso l'Unità di Oncologia Medica del Charing Cross Hospital e Royal Marsed Hopsital di Londra e del Dipartimento di Immunologia del Dana-Farber Institute di Boston, nel 1985 diviene Associato di Ricerca Clinica presso la Divisione di Oncologia Medica della New York University per un periodo di 2 anni.
Prosegue il suo lavoro clinico e di ricerca nel campo delle neoplasie ginecologiche in qualità di assistente e poi di aiuto presso la III Clinica Ostetrica-Ginecologica dell'Università di Milano. Dal 1994 lavora presso l'Istituto Europeo di Oncologia di Milano in qualità di Vice-Direttore della Divisione di Ginecologia.
Nel 2001 diventa Condirettore della Unità di Ginecologia Oncologica della stessa Divisione e nel 2002 Professore Associato di Ostetricia e Ginecologia presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca.
E' vicepresidente della European Society of Gynecologic Oncology.

Laureata in Economia e Commercio alla Luiss di Roma, è consulente specializzato nel settore della bancassicurazione dove ha maturato esperienze significative ai vertici delle principali aziende italiane.

Quadro direttivo presso primario Istituto di Credito è da sempre impegnata in associazioni di volontariato, presenti sul territorio del Varesotto.

Laureata in Economia e Commercio presso l'Università degli Studi "La Sapienza" di Roma.
Presidente del Consiglio di Amministrazione della So.Se.PHARM s.r.l. - industria farmaceutica - svolge attività di rappresentanza nell'ambito dell'Unione degli Industriali e delle imprese di Roma (UIR) e interviene nel Comitato PMI farmaceutiche di Farmindustria, Associazione di categoria iscritta in Confindustria.
E' Socio Fondatore e Presidente di 'Anima per il sociale nei valori d'impresa', associazione non profit nata nel 2001 e promossa dall'Unione degli Industriali e delle imprese di Roma per diffondere tra le imprese del territorio la cultura della responsabilità sociale.
E' membro del Consiglio d'Amministrazione di ALTA ROMA s.c.p.a., società nata per promuovere l'Alta Moda nella città di Roma premiando la qualità nella valorizzazione dei giovani talenti, nella cultura.

Psicologa e Psicoterapeuta iscritta all'Albo degli Piscologi della Lombardia dal 1990, Terapeuta EMDR, laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne, dal 1994 affianca alla Libera Professione l'incarico di Cultore della Materia (Lingua Francese) presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e successivamente dal 2000 presso l'Università Statale di Milano in qualità di Collaboratore Esterno.

Mi chiamo Barbara Paolinelli, sono una donna di 40 anni e da quattro anni e mezzo combatto contro un tumore ovarico, un killer silenzioso che si è annidato nel mio corpo inerme e contro il quale è necessario ingaggiare ogni giorno una strenua lotta.
Ho deciso di scrivere la mia testimonianza intitolata "Chi vincerà" per far capire che purtroppo la guerra non è aperta solo contro il male: ci si deve scontrare a volte con la freddezza delle persone, degli amici, dei datori di lavoro, di chi non si rende conto della reale gravità di un simile stato di salute e pretende che l'essere umano sia una macchina continuamente produttiva. Ci si scontra - ancora troppo spesso - con l'indifferenza e l'incompetenza di alcuni medici, a causa delle quali si perdono attimi preziosi che allontanano sempre più la speranza della guarigione. In un momento in cui si desidererebbe solo la solidarietà e l'affetto del mondo intero, queste ulteriori fatiche sembrano dare il colpo di grazia, spossando uno spirito e un fisico già provati. Nonostante tutto ciò ho deciso di raccontare la mia "dis-avventura" mantenendo sempre il sorriso sulle labbra, per sentirmi vicina e aiutare tutti coloro che si trovano loro malgrado nella mia stessa situazione.
Mi sto cimentando anche a scrivere il seguito della mia testimonianza, un secondo libro, ma questa volta per far capire soprattutto che non bisogna mai arrendersi, neanche nelle situazioni più drastiche, perché la vita è un dono troppo prezioso per lasciarla andare senza combattere.

Nicoletta Colombo e Mariaflavia Villevieille Bideri
Partner: